Guida ai LUBRIFICANTI ANALI –  Conosciamoli ed impariamo ad usarli

Spesso prima di iniziare diciamo a noi stessi che non ne abbiamo bisogno, perché la saliva può bastare, perché si è molto eccitati e non si vuole perdere tempo ma, ATTENZIONE, avete capito esattamente cosa state facendo? E soprattutto sapete come lo state facendo? Davvero?!?

Torniamo alle basi: L’ANO, che è progettato biologicamente per l’espulsione, NON SI LUBRIFICA DA SOLO… e quindi VA LUBRIFICATO, altrimenti si può arrecare dolore a tal punto da ricevere il divieto assoluto per il resto della vostra vita. E’ questo che volete? NO?

Il sesso anale non fa per niente male se praticato con le dovute precauzioni, anzi, può stupire, ma non smetterò mai di ricordarvi che dovete armarvi di PAZIENZA e di un buon LUBRIFICANTE, perché parliamoci chiaro… usarlo significa avere più piacere e riuscire a compiere movimenti completamente diversi e profondi.

Quanti tipi di lubrificanti esistono? Vantaggi e Svantaggi

Ne esistono davvero tanti e tutti con caratteristiche diverse, ma più che per gli usi si suddividono la loro composizione:

BASE D’ACQUA

Lubrificanti anali-acquaLa maggior parte dei lubrificanti sono a base d’acqua, ma obiettivamente non durano tantissimo pertanto occorre ogni tanto “rincalzare la dose”. Sono tra i più economici e i più facili da utilizzare e quindi adatti per i principianti.

Hanno un sacco di vantaggi degni di nota, sono compatibili con tutti i preservativi in lattice (non li strappa) sono facili da pulire, non fanno grumi e sono adatto per tutti i tipi di sex toys: in vinile, metallo, vetro, silicone, gomma, lattice, ecc.

Tra i lubrificanti a BASE D’ACQUA vi consiglio di provare questo perché si può utilizzare anche per i rapporti orali o per i massaggi, e poi tutti i controlli che svolgono sulla filiera sono davvero incoraggianti.

Questo prodotto lo adoro perché non unge essendo ovviamente a base d’acqua, svolge la sua santa funzione di lubrificante, non puzza, anzi, non ha proprio odore e grazie al suo pack a tubetto mantiene le condizioni igieniche molto elevate in quanto non si ha bisogno di usare le dita per prendere il prodotto dall’interno del classico vasetto…

Unico neo: considerando che può occorrere doverlo rimettere qualche volta in più, avrei preferito una confezione più grande.

BASE OLIO

Lubrificanti Anali siliconeEsistono anche lubrificanti a base di olio, ma vengono prodotti sempre meno frequentemente.

Nonostante abbiano molte note positive come il fatto di contenere preziosi oli pregiati, di essere più facili da pulire rispetto a quelli in silicone e durare di più rispetto a quelli a base acqua, hanno la nomea di essere “distruttori di preservativi” e anche di qualche giocattolo in silicone, sono però adatti per toys in vinile, metallo, vetro.

Fate quindi molta attenzione a quale scegliete.

I lubrificanti a BASE DI OLII  devono essere garantiti, come questo:

Nonostante la consistenza oleosa è cremoso, contiene infatti oli vegetali che prevengono fastidi, bruciori, secchezza ed è adatto anche per i massaggi sensuali. In genere la profumazione dipende dal tipo di olio utilizzato.

Questo prodotto in particolare vanta la compatibilità con i preservativi ed accessori sessuali ed è inoltre specifico per la lubrificazione anale. Ha un piccolo svantaggio ma si può superare stando un pochino attenti: può avere la tendenza a sgocciolare.

BASE SILICONE

I lubrificanti a base di silicone sono considerati la Rolls Royce dei lubrificanti. Sono più densi, grassi e duraturi di quelli a base d’acqua e spesso sono leggermente più costosi. I lubrificanti a base di silicone non sono idrosolubili, quindi possono essere utilizzati anche sotto la doccia o nella vasca da bagno e non si asciugano (molto importante) durante l’utilizzo: ne basta infatti giusto un po’. I lubrificanti a base di silicone non macchiano e conferiscono alla pelle una sensazione morbida, setosa e prevengono la secchezza della pelle. Altro grande vantaggio è che raramente causano allergie e possono essere usati con il preservativo.

Hanno però qualche svantaggio: non possono essere utilizzati con sex toys in silicone in quanto rischiano di romperli e sono difficili da pulire dai tessuti, ma si posso usare tranquillamente sui toys in vetro, metallo, vinile, gomma o lattice.

Tra i lubrificanti a BASE SILICONICA vi segnalo questo, scivola che è una bellezza ed è adatto per andare davvero “sul pesante” molto a lungo, sono serve che dica altro…

IBRIDI

Se non vuoi rinunciare alla naturalezza del lubrificante ad acqua ed all’efficacia e durata di quelli in silicone,

buone notizie, esistono anche i lubrificanti ibridi, come questo:

Ve lo consiglio perché ne basta una piccola quantità e si asciuga lentamente. Non da allergia e pur essendo composto da silicone si pulisce facilmente con acqua, inoltre è compatibile con i toys in gomma, lattice, vetro, metallo e vinile.

DESENSIBILIZZANTI

Questi lubrificanti sono in genere a base di lidocaina una sostanza anestetizzante, pertanto bisogna fare molta attenzione ed attenersi scrupolosamente alle indicazioni riportate nel foglietto illustrativo ed alla posologia. Andando a rilassare troppo la zona interessata si potrebbe correre il rischio di non accorgersi dell’insorgenza di qualche problemino pertanto lo sconsiglio per i primi approcci al sesso anale. Può essere però indicato per quelle situazioni per cui non si riesce a rilassarsi del tutto.

Vi segnalo un ottimo prodotto che ha un buon rapporto qualità/quantità/prezzo, consigliato per approcci più “esperti”.

Piccola puntualizzazione: se siete amanti dei sex toys, controllate sempre il materiale del vostro giocattolo e verificate le indicazioni del produttore prima di utilizzarlo con i lubrificanti in possesso.

Bene, adesso che abbiamo acquisito qualche informazione il più sono sicura che la vostra esperienza sarà soprattutto molto più piacevole e ricordate, PENSATE AL PIACERE E NON AL PREGIUDIZIO.

Leggete anche il mio ultimo articolo sui PLUG ANALI:

Volete qualche consiglio in particolare?

Contattatemi su Facebook: “Salotto Piccolilla” o sulla mia pagina FB “Il Salotto di Piccolilla”.

34,453 Visite totali, 1 visite odierne

2 Replies to “Guida ai LUBRIFICANTI ANALI – Conosciamoli ed impariamo ad usarli”

  1. grazie delle spiegazioni! non avevo idea di come orientarmi nella scelta di questi lubrificanti e ora ho le idee molto più chiare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono usati per permettere al sito di funzionare correttamente, generare statistiche di navigazione e pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti. Puoi abilitare i cookie cliccando sul pulsante.ACCETTO
Diventa IncaricatoRegistrati
+ +